Domanda:
Quali sono gli effetti generali di una tempesta geomagnetica sulla propagazione?
Adam Davis
2014-01-09 02:26:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Secondo il NOAA / NWS Space Weather Prediction Center, "i forecasters dell'SWPC prevedono che le condizioni di tempesta geomagnetica G3 (forte) si verifichino il 9 e il 10 gennaio"

Cosa significa questo , molto in generale, per comunicazioni radioamatoriali? Dipende dal tipo di tempesta geomagnetica e da come ci colpisce esattamente o ci sono effetti generali che possiamo prevedere? Aumenta o diminuisce la propagazione in tutte o alcune bande?

Una risposta:
#1
+5
WPrecht
2014-01-09 07:10:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le tempeste geomagnetiche sono il risultato di eventi solari che successivamente hanno un impatto sulla ionosfera terrestre. Sono classificati da G1 (il più lieve) a G5 (il più grave) e il grado può essere derivato dal K-index (uno dei tanti valori relativi al solare pubblicati NOAA ). Un valore di indice Kp di 5 equivale a un G1 e un valore di 9 equivale a un G5.

La tempesta G3 prevista per domani è classificata come tempesta Forte dagli standard NOAA e è il risultato di un'Eiezione di massa coronale (CME). Le CME sono grandi nuvole di plasma (gas ionizzati) che sono state espulse dalla superficie del sole. Sono direzionali e si verificano con una certa regolarità, ma sono un problema solo se la massa delle particelle si dirige verso di noi.

Quando si dirigono verso di noi e colpiscono la ionosfera, provocano una serie di cambiamenti. A causa dell'aumentata ionizzazione dei livelli inferiori della ionosfera, i segnali tra 2MHz e 30MHz subiranno un maggiore assorbimento; se la tempesta è abbastanza forte, questo è un assorbimento del 100%.

Le aree nelle zone aurorali sono le più difficili. Durante queste tempeste possono subire un rapido e profondo sbiadimento del segnale a causa delle irregolarità ionosferiche che disperdono il segnale radio al punto che la comunicazione è impossibile.

Su frequenze superiori a 30 MHz, possono verificarsi riflessi inattesi delle onde radio da parte della ionosfera causare interferenze radio. Le irregolarità ionosferiche possono produrre segnali fluttuanti (un fenomeno noto come scintillazione) e possono distorcere i percorsi delle onde radio. Se abbastanza forte, questo può avere un impatto negativo sui sistemi sensibili alla fase su frequenze superiori a 1 GHz (ad esempio, il sistema di posizionamento globale; parlare di potenziale caos).

Altri effetti includono l'assorbimento aurorale, i percorsi multipli e la propagazione non nel cerchio grande. Un possibile effetto felice (per coloro che vivono alle latitudini medie e superiori) è che la zona aurorale si sposta verso l'equatore dando alle persone che normalmente non sono in grado di sperimentare l'aurora la possibilità di vederli. E poiché la propagazione sarà spazzatura, potresti anche andare fuori e guardare.

Altri effetti che potrebbero essere importanti: qualche impatto minore sulla rete elettrica inducendo alcune fluttuazioni di tensione. I veicoli spaziali potrebbero osservare alcune cariche di superficie sui componenti dei satelliti, la resistenza potrebbe aumentare sui satelliti a bassa orbita terrestre e potrebbero essere necessarie correzioni per i problemi di orientamento.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...